INCREDIBILE NUBIFRAGIO AD AQUILONIA

frana

GRAVI DANNI E TANTI DISAGI

Un violentissimo temporale si è abbattuto ieri pomeriggio, intorno alle 19, su tutta l’Irpinia. A farne le spese maggiori, come ampiamente riportato anche dagli organi di informazione provinciali, è stato, purtroppo, il nostro paese.

A parte le difficoltà registrate nel centro abitato, infatti sono state tante le segnalazioni di case e cantine allagate nonché di alberi sradicati, chiusini otturati e quant’altro, i disagi maggiori si sono registrati lungo la strada provinciale n. 51, quella che porta al bivio per intenderci.

In questo tratto di strada è successo l’imponderabile; non vogliamo usare la parola tsunami per non fare torto a chi è stato vittima di questo fenomeno in altre parti del mondo, ma veramente ieri pomeriggio lungo la provinciale che porta al bivio ci hanno raccontato di fenomeni metereologici mai visti prima.

Venendo verso Aquilonia, nelle curve precedenti la salita, si è formato un corso d’acqua di oltre mezzo metro (credeteci non è una esagerazione) e le macchine che vi transitavano in quel momento, alcune anche con bimbi piccoli a bordo, solo per miracolo non si sono fermate, ma alcune di loro hanno subito gravi danni. Oltre a tanta acqua, il manto stradale è stato rapidamente invaso da fango, detriti e, cosa da non credere , anche da grosse pietre che provenivano dai terreni adiacenti. Lo spavento è stato davvero tanto per tanti nostri concittadini, molti dei quali stavano facendo ritorno per trascorrere le ferie. Ma non è finita qui.

Dopo aver “navigato” per oltre due/tre interminabili chilometri, nei pressi della c.d. “Isola del Tesoro” i malcapitati hanno trovato la strada completamente ostruita come dimostrano le foto che si allegano.

Nel giro di pochi minuti si sono incolonnate oltre quaranta autovetture. Tra questi anche il medico di turno della guardia medica che, a quanto è dato sapere, ha raggiunto il suo posto di lavoro con notevole ritardo. Alcuni automobilisti hanno immediatamente chiamato le forze dell’ordine che, a onor del vero, sono intervenuti poco dopo, infatti la presenza dei carabinieri, vigili del fuoco e vigili urbani è stata costante.

L’unica assenza, pesante assenza, che si è registrata è stata dell’Ente Provincia, che è la titolare della strada in questione e ne deve garantire la sicurezza. I presenti a più riprese hanno chiamato il gestore della strada invocando l’invio di un trattore con la pala, cosa assolutamente indispensabile per liberare la strada da quella mole esagerata di fango e grosse pietre. Ma non c’è stato nessun riscontro, della provincia non si è visto nessuno. Non spetta a noi verificare eventuali responsabilità dell’accaduto, sta di fatto che simili episodi non si dovrebbero verificare su una strada, come la S.P. n. 51, completamente rifatta solo pochi anni fa.

A noi preme innanzitutto ringraziare alcuni volontari di Aquilonia, che una volta appresa la notizia, si sono portati sul posto con un trattore munito di pala meccanica e hanno liberato la strada dando la possibilità ai numerosi presenti di far finalmente ritorno a casa dopo tre lunghissime interminabili ore.

Ringraziamo altresì il sindaco di Aquilonia Giancarlo De Vito, anche lui rimasto bloccato con la sua auto, che ha gestito, insieme all’ottimo comandante della stazione dei carabinieri di Aquilonia m.llo Angelo Lauciello, l’emergenza fino a notte fonda.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Utenti On line

Abbiamo 30 visitatori e nessun utente online

logo-sponz-20151

 

logo

 

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

museo1

 

logoantonioonorato


 

catering

754302
Oggi
Ieri
Questa Settimana
La settimana scorsa
Questo Mese
Il mese scorso
Da sempre
122
216
646
751788
7184
11622
754302
Il tuo IP 54.209.18.224
Server Time: 2018-12-19 02:03:17